Nuovo Utente ?

Umberto Eco, morto l’autore de “il nome della rosa”

Umberto Eco è morto a 84 anni intorno le 22:30 di sera. Ci lascia uno dei più grandi intellettuali Italiani dei nostri tempi.

Umberto Eco, saggista, semiologo, filosofo, era una delle figure italiane più apprezzate nel mondo intellettuale. Umberto era molte cose, ma in primis era un uomo, un uomo che grazie alla sua voglia di conoscenza e alla sua curiosità si è saputo nutrire di sapere e usarlo per realizzare opere apprezzate in tutto il mondo. Il suo romanzo più famoso, “il nome della rosa” è stato un best seller internazionale. Nel 1986 dal libro Hollywood ha tratto anche l’omonimo film con protagonista Sean Connery nei panni di un monaco incaricato di svelare il mistero che si cela dietro agli omicidi dell’abbazia medievale in cui il romanzo è ambientato. Il film ha suscitato il favore di milioni di persone in tutto il mondo. Nella vita di Eco, ovviamente, non c’è solo questo, molti altri scritti hanno avuto un notevole riscontro di pubblico, tra questi, “Il pendolo di Foucault”, “L’isola del giorno prima”, “La misteriosa fiamma della regina Loana” e “Il cimitero di Praga”. Oltre a essere un abile scrittore Eco è stato professore e presidente della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell’Università di Bologna e fondatore del Dipartimento della Comunicazione dell’Università di San Marino. Più volte si è schierato contro Berlusconi e contro la massificazione della cultura provocata da quei mass media tanto strumentalizzati da potenti e politici, questo emerge in modo particolare nell’ultimo suo romanzo “Numero zero”, ambientato nell’Italia del 1992, anno di mani pulite. Umberto Eco appena prima di morire è riuscito, con l’aiuto di Elisabetta Sgarbi, a fondare una nuova casa editrice indipendente chiamata “La Nave di Teseo”.

Leave A Reply